19 marzo 2013 La Festa del Papa’ ! L’insostituibile complicità che c’è tra padre e figlia!

La vita l’hai insegnata tu, ogni giorno un po’ di più, con quegli occhi innamorati tuoi ,di due figlie matte come noi.

Cosa non darei perché il tempo non ci invecchi mai

Viaggio Con Te, Laura Pausini

Che belle queste  semplici parole d’amore di una figlia al suo papà!!!!

Non vi sembra di avvertire  quell’insostituibile complicità che c’è tra padre e figlia?

La sposa con il suo papà poi è come un meravigliso quadro d’autore, che non ha bisogno di subire ” ritocchi”.

Oggi è 19 marzo, la festa del papà…..mi permettete di parlarvi del mio papà ?

Penso con amore e gratitudine, al mio meraviglioso papà;  sempre affettuoso, allegro e comprensivo; sempre pronto ad essere per me il mio riferimento, il forte pilastro della mia vita, il cemento sul quale mi sono costruita ed ho solidificato la mia ” casa”; l’uomo eccezionale che ha sempre guidato la mia mano e con il quale sono cresciuta,  amata, serena , e spensierata.

Il nostro affetto  è durato per circa 43 anni……..

Di questi anni   ho tantissimi ricordi:   le  grandi risate, la tenerezza,  la complicità, ma  a volte anche la  collera ed  il  silenzio.

Da piccola ero la sua “ principessa”,  ma crescendo, sono stata con lui una figlia  ” ribelle”, e sicuramente  ho  deluso non poco  le sue aspettative; come “da manuale”  in quel periodo di grossi conflitti, ci  siamo allontanati per un pò, anche perchè  lui era sempre pronto con  le sue ” famose” punizioni; oggi confesso che le   meritavo… ancora piu’ di quanto lui potesse immaginare …

Povero papa’ !  E’ proprio vero che alcune cose dell’essere genitore non si comprendono a fondo,  se non quamdo  si diventa madre o padre; Io  proprio adesso ho compreso   quanto sia complicato fare la scelta giusta nell’educare i figli, specie in età adolescenziale.

Quando sono diventata più grande , mi sono sposata e sono diventata mamma, ci siamo finalmente ritrovati!

Lui era sempre lì,  di nuovo pronto per accogliermi, ed a distanza di tempo ho capito che stava semplicemente ….aspettando che la “bufera passasse”……

Non c’è stato  al mondo nessuno che mi ha aiutato, capito e  consolato più di lui; il mio papà  ” speciale” che stavo cominciando  a vedere  con più tenerezza, specie da quando  si era “trasformato” ai miei occhi, nella dolcezza   della   versione ” amorevole  nonno” ……… e ….. sempre al mio fianco mi dava i giusti consigli  con la sua  saggezza e la sua insostituibile forza.

Lo ricordo  spesso, quando nel giorno del mio matrimonio, era terribilmente  emozionato…ma siccome aveva capito che io lo ero di più , ( letteralmente terrorizzata) cercò ,  come al solito, di sdrammatizzare   con le sue battute in perfetto “humor inglese“, che per me erano  irresistibili.

Risento  ancora le sue parole, mentre ci apprestavamo ad entare in chiesa : <Freghiamocene del bon ton e dell’etichetta imposta da tua madre!!!!!>

E fu così  che  insieme facemmo l’ingresso in chiesa…mano nella mano!

 Oggi quando guardo una mia sposa   con il suo papà, …mi intenerisco e mi commuovo……. oramai, per sempre ……..
W i Papa’ !!!!!!
Seguiteci……..
In foto la dolcissima sposa Marilù, con il suo ” amatissimo” papà .
La foto è di Difiore Fotografi (  Scatto con Iphon).

Condividi questa pagina

Commenta