Il velo della sposa : Elena Colonna , Atelier Sposa, e le sue semplici regole per non sbagliare la scelta di questo magico ed importantissimo accessorio.

Il velo della sposa è più di un semplice “ accessorio“; è una vera magia, un  alone di incanto che rende ogni donna tanto affascinante, da far battere il cuore d’emozione.

Lancio una sfida : <chi non si è mai emozionata  nel veder avanzare la sposa, celata da una nuvola di tulle? > :-D

Praticamente non esiste nessuno così ” insensibile” a tale fascino: in ” primis “ lo sposo, è ovvio, ma anche tutti i presenti al matrimonio;   per affetto verso la sposa  ( sorelle, fratelli, zie, nonne  ) chi perchè, in quel preciso istante,  ” ritorna ” indietro con la memoria, e ripercorre  la sua “personale” emozione. ;-)

Il momento più emozionante , quando una fanciulla viene in Atelier, per la scelta dell’abito, è proprio  quel ” momento”  in cui, noi le poggiamo per la prima volta il velo in testa;  ed è proprio in quel preciso istante che la ragazza realizza di essere una sposa , e la magia di quel semplice gesto (che non lascia indifferente nessuno, comprese noi)  sarà per Lei un ricordo indelebile per molto tempo.

Ma che ci crediate o no, vi assicuro,che  non è sempre  facile scegliere il velo giusto, quello che possa valorizzare la sposa ed il suo vestito nunziale;ci sono regole di stile da rispettare per evitare stonature!

Oggi cercherò di aiutarvi a rispettare alcuni semplici passaggi,per non sbagliare questa importante ” scelta” , e  per essere in armonia  con lo stile del vostro abito da sposa.

La regola, basilare , è quella del “contrario”!!!!!! ;-)

Ad esempio, se avete scelto un abito da sposa in pizzo , o in ricamo, il velo deve essere sicuramente ” semplicissimo” e casomai tagliato a “vivo”, in  un solo strato di tulle; se al contrario  l’abito è lineare e dal tessuto liscio,  il velo potrà essere  più  importante e ricco, e lo potrete fare  impreziosito da ricami e pizzo. ( vedi la foto , dove la sposa sfoggia una meravigliosa mantilla corta , di pizzo chantilly )

Bisogna stare attente alle “proporzioni” del velo, e ci sono altre ” regole”  da rispettare:

Per esempio il velo troppo corto,  rende “povero” e sà di poco, in un   abito da sposa sontuoso. Ma al contrario se  è troppo lungo e vaporoso  “schiaccia” la sposa, specie se è  piccolina di statura.

Più sono, gli strati di  tulle in seta,  più  il velo da sposa acquista volume , e questo risulta perfetto solo se la sposa è esile ed  alta; al contrario sta malissimo  su chi   ha qualche chilo in più e qualche centimetro in meno. :-(

Un dettaglio importante è quello di equilibrare il coordinamento tra abito e velo, i ricami o il pizzo del vestito possono essere abbinati tra di loro, in piccoli particolari, come il bordo del velo, che  può seguire la stessa texure dell’abito da sposa.

La lunghezza del velo è  sempre soggettiva; essa dipende dal luogo della cerimonia, dallo strascico dell’abito da sposa, dall’altezza della sposa e dal tono della matrimonio. Di norma è sempre consigliabile di non superare i tre metri, perchè è facile rischiare  di apparire esagerata e fuori luogo.

Naturalmente ci sono tantissimi modelli di veli da sposa,bellissimi e ricchi di fascino,  ed ognuno di loro ha un nome in ” gergo”……..ma nel dettaglio, vorrei analizzare tutte la tipologie e così  ve ne parlerò alla prossima puntata…… ;-)

Mi aspettate ?

Seguiteci…….

 

 

 

Condividi questa pagina

Commenta