I dolci del Carnevale ! Ricette della tradizione di Elena Colonna , Atelier , Napoli.

Carnevale: feste, balli e  maschere, ma anche cibo!!!!      tantissimo cibo…ed anche non proprio leggerissimo      ;-)

Avete preparato la  lasagna,sicuramente,  ma anche un dolcino ,non ce lo mettiamo?  :-P

<In fondo ogni ricorrenza si festeggia soprattutto a tavola, e noi napoletani lo sappiamo bene !!!! > :-D

Ci dice Elena Colonna, che tiene alla tradizione culinaria della bella città partenopea.

La signora Colonna è una creativa, anche in cucina, ma per le ricorrenze, si chiude e cucina solo alla vechhia maniera, quasi per tramandare con i sapori , le belle tradizioni di una  volta.

Questi sono i più comuni dolci di carnevale , ( e le relative ricette )che non mancano mai nella mia tavola, il martedì grasso !!!!  :-)

Migliaccio :

Il migliaccio è un tipico dolce di Carnevale napoletano a base di semola e ricotta, che si prepara a Carnevale, e io per tradizione lo preparo   il giorno prima per poi essere mangiato  il martedì grasso,  dopo aver riposato tutta la notte. In questo modo diventa ancora piu’ profumato e saporito.

250 g di semola

600 g di zucchero

9 uova

1 l di latte

mezzo bicchiere d’acqua

1kg di ricotta

1 pizzico di sale
una noce di sugna

1 bustina di vannillina

2 buccie di  limone grattugiate

Cuocere  il latte in una casseruola e farlo riscaldare, con la semola, e l’acqua. Aggiungere la sugna il pizzico di sale, e la buccia di limone.

Preparare a parte , lo zucchero, le uova, la ricotta, i 2 limoni grattuggiati, e la vaniglina. Lavorare bene e dopo incorporare l’altro impasto, quando già freddo.

Alla fine passare 2 volte nel passatutto.

Versare il composto in una teglia del diametro di 28cm imburrata o rivestita di carta da forno e cuocere il migliaccio in forno preriscaldato a 180° per 50-60 minuti. Ricordatevi che il migliaccio deve risultare basso, circa due tre centimetri  Quando la superficie del migliaccio sarà marrone scuro, allora il dolce è pronto.

Far raffreddare e servire. :D

Le chiacchiere

Devo confessarvi , che è un dolce che adoro, ma che non mi è mai riuscito bene, e devo dire ho sperimentato varie ricette, anche quelle più antiche…..Ma quest’anno ho chiesto aiuto ad una zia ” mitica” di mio marito ….e mi sono riuscite veramente bene !!!!! :-D

Chiacchiere:

300 gr farina

2 uova

5 cucchiai di vino bianco

2 o 3 cucchiai di olio

3 cucchiai di zucchero

1 pizzico di sale

Versare la farina sul tavolo ed in mezzo lavorare le uova con lo zucchero ,l’olio,il sale, il vino bianco.Incorporare la farina ed impastare .Lasciare riposare 30 minuti .Stendere la sfoglia con il matterello e tagliare delle strisce di pasta e annodarle .Friggere in olio bollente passarle nello zucchero a velo e buon appetito…. :-D

Il sanguinaccio, è una crema dolce a base di cioccolato fondente amaro, che anticamente veniva fatto con il sangue del maiale….  :-(

Per fortuna nostra, ora si fa solo con la cioccolata, ed è veramente saporito per accompagnare  le chiacchiere,  i  biscotti secchi o meglio ancora savoiardi.

Sanguinaccio ( rigorosamente senza sangue )

1L di latte

750g di zucchero

200g di cacao amaro

8g di farina

1 busta di vanniglina

mezzo cucchiaio di cannella

100g di cioccolato fondente

alcune gocce di cioccolata fondente.

Si mischia tutto a freddo , e poi si mette sul fuoco basso; sempre girando procedere alla cottura , fino alla consistenza desiderata.


Da domani inizia la Quaresima e Naturalmente TUTTI A DIETA !!!!!

:-P

Seguiteci…….

 

 

 

 

Condividi questa pagina

Commenta