Velo o veletta? L’importante è non “presentarsi” a capo scoperto!! Dalle passerelle di Parigi , la visione de L’Atelier Elena Colonna, Alta Moda e Sposa.

Durante le ultime sfilate di Luglio, tra Roma e Parigi, abbiamo finalmente completato il nostro bagaglio di ” istruzione” per le prossime collezioni sposa 2013.

Abbiamo visto tanti accessori e numerosi  dettagli, li abbiamo fissati ed elaborati, secondo un nostro personale gusto, per poi ispirarci per le nuove collezioni sposa di alta sartoria, per le quali siamo, fortunatamente, conosciute, ammirate e seguite.

Già in precedenti articoli su questo blog, vi avevo accennato alla tendenza per la nuova stagione, dell’abito da sposa bon ton , raffinato e sopratutto tradizionale, per intenderci, quello che noi definiamo “Sposa Sposa”.

Quindi quale è l’elemento che  rende più romantica una sposa?

Sicuramente il velo che, oltre ad essere un accessorio sempre gradito, diventa necessario e indispensabile per interpretare le nuove tendenze moda in fatto di sposa.

E qui la mia fantasia si accende:  già vedo le mie probabili spose, ancora senza volto, fare il loro trionfale ingresso in chiesa, sognanti e bellissime come nelle fiabe più note.

 

Fantastico su  veli con volant, con balze, con piccolissimi ricami luminosi, immagino veli in pizzo e mantiglie da principessa e, perchè no, anche  veli quasi dorati (vista la tendenza per questo colore), ma anche i  classici veli a voliera che davanti coprono il volto come a voler creare un effetto misterioso per poi dilungarsi sulla schiena. L’effetto è suggestivo!!!

Ancora,  il velo “multistrato” crea una sorta di aura magica, una impalpabile nuvola, che   crea movimento.

Ma da Parigi, ecco una bella sorpresa,  nell’aria un revival con un accenno vintage di  un gradito ritorno in scena: la veletta!

Ne ho viste veramente tante, declinate in modi diversi, dalle più semplici a quelle ricamate a piccolissimi pois. Forse non saranno romantiche come il classico velo nuziale ma, mi sono detta, anche la sposa che fa il suo ” solenne” ingresso con la veletta incollata al viso, con questo particolarissimo  accessorio” vintage” di seduzione, più che di candore come il velo, può risultare ” magica”.

E qui la signora Elena Colonna dell’Atelier Elena Colonna Alta Moda e Sposa interviene e dice la sua :

<< L’importante è non presentarsi  “a testa scoperta” e capire che si tratta di una cornice: vale di per se stessa e serve a valorizzare il quadro!!!>>

E se lo dice Lei, a noi non resta che……

seguirla!!!!

Condividi questa pagina

Commenta