Quel tocco in più…Profumi e fragranze ideali per il matrimonio. L’Atelier Elena Colonna Alta Moda Sposa, i consigli per la vostra personale “scia”.

La nuovissima campagna pubblicitaria di Christian Dior, nel lanciare il suo ultimo profumo, “Addict “, mi fornisce lo spunto per parlarvi di profumazioni e fragranze per il giorno del sì, sempre che vi faccia piacere un profumo “nuovo” da associare a quel giorno specifico e che, quindi, non abbiate già una “vostra” personale fragranza alla quale siete particolarmente  legate.

Questa del video è una nuova proposta che ritengo molto idoneea alla giovane età delle mie spose (senza contare l’età della modella, Daphne Groeneveld che, pensate, è nata nel 1994),  al “momento” romantico e all’emozione del giorno del matrimonio,  all’estate e al tema di questa stagione, rappresenta in varie declinazioni dalla moda anni 50 (Fantastica la riproduzione della radio bianca e le stradine di  Saint Tropez).

Osserviamo da vicino le sue caratteristiche. Nota di testa: pompelmo e bergamotto; nota di cuore: fresia, fiore di loto, melograno; nota di fondo: muschi bianchi.

Per questo tipo di profumo L’Atelier Elena Colonna vedrebbe un’abito da sposa leggero e frizzante, giovane e brioso,  per una ragazza che si voglia sentire sposa accattivante e seducente. (Vedi, in  foto, questo abito da sposa dell’Atelier Elena Colonna potrebbe essere l’ideale).

“Ma attenzione”, diceva mia nonna : “Ogni donna ha il suo profumo, e quando si ha la fortuna di trovarlo non bisogna più cambiare, perchè quell’odore diventerà il vostro modo per essere “idendificate” !!!! “

In effetti è proprio così: la signora Elena Colonna, per esempio, ama da sempre Chanel N° 5, lanciato dalla stilista nel 1921, che è il  suo unico profumo.

Il flacone poi, assolutamente all’avanguardia, è divenuto famoso per la sua struttura essenziale e il tappo tagliato come uno smeraldo. Questo “profilo” ebbe un tale successo che, dal 1959, il flacone è esposto al Museo di Arte Moderna di New York. 

Un profumo molto intenso che all’epoca in cui fu commissionato da Cocò, fu definito innovativo per la presenza dell’aldeide ( in quei tempi la chimica non aveva fatto ancora il suo ingresso  nella toilette): è un “fiorito aldeidato”, unico ed irripetibile… Anche se, pochi lo sanno,  la sua particolarità deriva da uno sbaglio per eccesso del suo  ideatore, Ernest Beaux. Costui, infatti, aveva esagerato con un componente della formula, ma alla regina dello stile piacque così com’era, e lui si guardò bene dal contraddirla. <<Rimane un classico che non evapora mai>>, ci dice la signora Colonna che aggiunge : <<mi dà l’idea di quegli abiti che rimangono sempre evergreen !!>>

(Come quest’abito in foto che L’Atelier Elena Colonna ha presentato in un a sua personale sfilata )

Una sposa una volta le  disse : <<Signora Colonna, la ricorderò per sempre non solo perchè ha realizzato il mio abito da sposa, che adoro, ma anche perchè mi succede spesso, tornando a casa , dopo la prova abito, di sentirmi addosso  la sua  gradevolissima scia di profumo, mai troppo invadente, ma che si nota! Anche io vorrei la scia …specialmente il giorno delle nozze, mi potrebbe dire che profumo usa ?>>

Ma come si fa ?

Il profumo non è uguale su tutti! Anche se non ce ne rendiamo conto, infatti, la nostra pelle ha un odore particolare, diverso in ogni persona. Per cui, quando utilizziamo un profumo, l’effetto finale sarà dato dalla mescolanza dell’odore della pelle con quella particolare fragranza. Ecco perchè quel profumo che sulla pelle di un’altra persona  vi piace così tanto non ottiene lo stesso effetto su di voi!

Naturalmente la signora Colonna le disse il nome del suo profumo, ma aggiunse anche altri consigli utili: <<Per sentire bene un profumo devi  annusarlo intensamente, ricorda di odorarlo in più tempi, e se il profumo è di tuo  gradimento, spruzzatene un po’ sulla tua  pelle per verificare come cambia la fragranza!!!!>.

Per esempio il mio personale adoratissimo  profumo,  è una variazione leggera e impalpabile sul tema del magistrale N°5 (guarda caso…): si tratta di un particolarissimo profumo che non viene venduto nelle normali profumerie, ma solo ed esclusivamente nelle boutique Chanel, il famoso N° 22. ( e confesso che io impazzisco ora che non è più permessa la spedizione!!! E appena vado fuori Napoli, mi precipito in boutique e ne faccio sempre una “scorta”).

E’ una profumazione particolare, un intreccio di tulle, una pioggia di petali… Questo profumo, creato nel 1922, mi rispecchia, con la presenza  di bouquet di fiori bianchi in cui sbocciano la Tuberosa, l’Iris e la Rosa d’Oriente. Un profumo soave e raffinato, che sarebbe bello adatto ad una sposa sognante , romantica , ma anche decisamente sofisticata.

Che dite,  quest’altra creazione sartoriale dell’Atelier Elena Colonna non sembra avere queste caratteristiche ?

Credo, in sostanza, che innanzitutto bisogna saper scegliere tra le varie tipologie di fragranze che si distinguono in: speziate, dolci e fresche. Quindi il primo passo è capire quale tra queste fragranze è quella che incontra il vostro gusto e si adatta a voi. Non si può affatto generalizzare e per il giorno delle nozze, se propeio avete deciso di cambiare la vostra solita fraganza, sperimentatene tante, e fatelo  per tempo!!!

Ma attenzione…un ultimo, importantissimo consiglio della signora Elena Colonna :

<<Il profumo, quel giorno, va spruzzato prima di vestirvi…rischierete, altrimenti, di macchiare inesorabilmente il vostro vestito!!!!!>>

Condividi questa pagina

Commenta