Matrimonio civille a Napoli. L’Atelier Elena Colonna dettagli di stile e abiti da sposa per una atmosfera suggestiva e romantica.

Erroniamente , consideriamo il matrimonio civile,una cerimonia fredda  che preclude una atmosfera suggestiva e piena di romanticismo, invece non è così, infatti se il rito avviene in comune, in molti municipi  si da   il consenso affinchè  gli sposi personalizzino la loro cerimonia  con musica e decorazioni floreali.

A Napoli ci  sono diversi  luoghi designati per questo tipo di rito, ma molti sposi scelgono di sposarsi nella “Sala della Loggia” del Maschio Angioino, che è   una cornice veramente  di grande effetto.

Il rito rispetta una serie di regole molto semplici: Il padre accompagna la sposa  fino al tavolo del consigliere comunale dove c’è lo sposo che attende il suo arrivo. Gli invitati si disporranno come da tradizione: i parenti e gli amici dello sposo sulla destra, quelli della sposa sulla sinistra.

 Una volta terminata la cerimonia gli invitati attenderanno gli sposi all’esterno del Castello con il tradizionale lancio del riso.

Generalmente le spose , che scelgono di sposarsi civilmente   hanno dei dubbi sul tipo di abito  da scegliere.

Velo sì, velo no, abito lungo o abito corto, abito da sposa o abito da cerimonia.

L’Atelier Elena Colonna cosiglia sempre di non farsi tanti problemi, ma assecondare sempre la propria personalità sentendosi libera di indossare quello che più ci  somiglia, avendo solo cura di non eccedere, in dettagli esagerati , fuori luogo e fuori tempo.

Se vi affidate ad Elena Colonna, lei vi dirà sicuramente che ,l’abito deve accordarsi sempre al luogo e all’orario in cui la cerimonia avrà luogo;  quindi se avvenisse in un luogo ristretto consiglia di eliminare  del tutto lo strascico ,e la lunghezza del velo,  semplicemente per una questione di ingombro visivo oltre che di buon gusto, se il rito avvenie di mattina allora sono da evitare scollature serali e lustrini fuori luogo.

Se vi va, potete optare anche  per un abito in  colore; dalla mano esperta di Elena Colonna, nasceranno splendide creazioni corte o lunghe , che  si riveleranno bellissime e particolari anche più di un abito da sposa tradizionale.

Viceversa   se non volete rinunciare al bianco , che è il colore della sposa, e volete sentirvi a vostro agio,  elegante minimalista , ma soprattutto molto chic, allora vi propongo una soluzione come quella della foto.

Naturalmente questa creazione sartoriale di Elena Colonna , non nasce esclusivamente come capo sposa per il rito civile, è un abito da sposa a tutti gli effetti, che potrete indossare con una acconciatura particolare e raffinata , se non desiderate aver un velo ingombrante, ma che è perfetto pure con il velo lungo e romantico della sposa principessa.

Insomma la sobrietà e il buon gusto sono da premettere a tutte le scelte , a prescindere, ma essere sobri non significa per forza cadere nel banale o nel triste scontato completo bon ton , o peggio ancora, da evitare è sicuramente la scelta del  tailleur gonna o pantaloni morbidi  in una tinta sobria pastello……..

Siete d’accordo?

Allora vi aspettiamo  sposine e la signora Elena vi  mostrerà tantissime soluzioni giuste e creative, per il vostro matrimonio, che religioso o civile, deve comunque avere la sua dose di romanticismo che è in tutte le spose.

Foto by Difiore fotografi

Condividi questa pagina

Commenta